L’Unesco ha iscritto “L’Arte dei muretti a secco” nella lista degli elementi culturali immateriali dichiarati Patrimonio dell’umanità.

La decisione è stata approvata all’unanimità dai 24 Stati membri del Comitato Unesco che si occupa dell’assegnazione del riconoscimento.

“L’arte del ‘dry stone walling’”, si legge nella motivazione dell’Unesco “riguarda tutte le conoscenze collegate alla costruzione di strutture di pietra ammassando le pietre l’una sull’altra, non usando alcun altro elemento se non terra a secco. Si tratta di uno dei primi esempi di manifattura umana ed è presente a vario titolo in quasi tutte le regioni italiane, sia per fini abitativi sia per scopi collegati all’agricoltura, in particolare per i terrazzamenti necessari alle coltivazioni in zone particolarmente scoscese”.

“Paesaggi di pietra” nel Capo di Leuca mira a percorrere, in bicicletta o a piedi, paesaggi rurali segnati da un’imponente presenza di recinzioni e di strutture abitative realizzate “a secco”.

Contattaci per un tour unico nei suoi contenuti!